Google I/O in arrivo

Standard

Image

Anche quest’anno puntuale come un orologio svizzero sta per arrivare la data di apertura dei tre giorni di Google I/O. Questo è il terzo anno dal cambio ai vertici di Google, che ha portato a una completa restaurazione del design di ogni prodotto dell’azienda e alla cessazione di servizi secondari poco importanti ai fini dell’azienda. Larry Page, uno dei due fondatori dell’azienda, ha preso il suo posto e ha portato Google in quello che si potrebbe definire il suo “periodo d’oro”. Ultimamente l’azienda ha iniziato a sfornare servizi sempre più integrati con il suo sistema operativo mobile, Android, creando un vero e proprio ecosistema.

Una strategia che è stata sempre tra le chiavi di Apple e che ultimamente è stata adottata, anche se con varianti e più apertura, sia da Microsoft che da Google. Cosa aspettarsi a questo I/O? Bè, Google Now è un ottimo prodotto e Google dovrebbe puntare molto sulla ricerca vocale: aldilà di quelli che siano i tablet e gli smartphone, dovrebbe renderlo disponibile anche per la vecchia generazione di computer e iniziare a fare sul serio con i Google Glass. Android? Be, da quel punto di vista non ho mai visto alcuna innovazione su quel versante: si magari per qualche aspetto è migliore di iOS, ma rendiamoci conto che devono ancora recuperare sul versante iMessage e Game Center, e che molte delle nuove funzioni saranno (al solito) disponibili solo per pochi utenti o solo per chi con il cellulare sa smanettare. Il resto a bocca asciutta. Vedo gente con in mano Galaxy S (in tutte le sue varianti) che hanno un sistema operativo che lascia a dir poco a desiderare. I Google Glass sono il primo vero progetto hardware originale di Google! Prenderanno piede? Eh, bella domanda…essendo degli occhiali da mettersi in faccia e che non sono propriamente invisibili sarà difficile che vengano riconosciuti come “socialmente accettabili”: siamo nel 2013 e se vediamo uno parlare da solo gli diamo del matto fino a che non vediamo l’auricolare bluetooth spuntare dall’orecchio, mi immagino qualcuno che vada in giro con degli occhiali provvisti di display e videocamera come possa essere visto….L’obiettivo di google deve essere di renderli veramente quasi invisibili! Solo allora avranno successo, patto che non vengano intasati di pubblicità Google-style. Io? Li prenderei, ma li indosserei solo in un ambito dove sono conosciuti e non mi scambierebbero per un pazzoide.

Ricapitolando: Google I/O? Spero ci siano forte innovazioni in Google Now (magari un po di personalità non guasterebbe, vero Larry?), Google Glass (basta aspettare, se devono aver successo l’avranno) e un qualcosa da una Motorola che fino ad ora è stato un acquisto abbastanza inutile per Google, non si capisce bene a cosa sia servito.