Whatsapp Facebook?

Standard

Facebook-King

Notizia dell’ultim’ora: Facebook ha comprato l’ultra popolare servizio di messaggistica istantanea Whatsapp per la modica somma di 16 miliardi di dollari. Spiccioli insomma.

Credo che questo fatto sia uno dei migliori esempi, e anche uno dei più belli, per poter affermare l’imprevedibilità del mondo tecnologico. Ovunque ci si giri viene preannunciata la morte di Facebook, la perdita d’interesse verso il social network e la sua inutilità. Addirittura Whatsapp recentemente aveva superato il numero di utenti attivi di Facebook.

Ma sorpresa sorpresa, ora Whatsapp è proprietà di Facebook. Lunga vita a questo colosso tecnologico che devo ammettere fa scelte accurate nell’investire i propri capitali: parlo sia di quest’acquisizione, sia di Instagram che gli ha permesso di distruggere Vine di Twitter quasi sul nascere. Insomma, Zuckerberg è una persona sveglia che non si lascia mettere i piedi in testa molto facilmente. Facebook nel campo mobile è ora una delle forze maggiori presente quasi in ogni campo con dei giocatori praticamente monopolisti nel settore.

Voglio spendere anche due parole positive per quanto riguarda Facebook Paper: appurato che l’applicazione di Facebook classica sia una delle peggiori sia per iOS sia per Android, non si può di certo dire la stessa cosa per quest’ultima. Scritta completamente in codice nativo e senza uso di web view in HTML5, è ricca di animazioni e metodi originali per presentarci le ultime notizie provenienti non solo dai nostri amici, ma anche dalle aree di interesse che scegliamo di visualizzare. Per la visualizzazione delle foto viene utilizzato il giroscopio che fornisce un metodo originale per osservarle. Per chi teme che possa ricalcare Facebook Home per Android lo rassicuro dicendogli che no, non è per nulla così e non serve avere amici fotografi e link pieni di immagini e video. Questa volta è stato tutto pensato e organizzato nel migliore dei modi.

Non posso quindi che esprimere un commento positivo sulla direzione ‘mobile first’ intrapresa da Facebook che non ha intenzione di uscire di scena tanto presto ma anzi, di essere sempre più presente nella vita quotidiana di tutti.