Quando le idee son sempre le stesse

Standard

image
Settimana scorsa TheVerge.com ha pubblicato due articoli in esclusiva, uno riguardante Google, un altro riguardante Microsoft. Ma bene o male le idee sono sempre le stesse.

image
Nel caso di Google sono riusciti a ottenere degli screen dell’interfaccia della futura Android TV, che sarà anch’essa un set-top box da collegare alla televisione e che avrà le stesse funzionalità di Apple TV e di Fire TV, a dimostrazione che l’idea di Chromecast non si è rivelata un granché, ma semplicemente un tentativo di battere la concorrenza senza sforzarsi troppo. Tra l’altro vorrei sottolineare quanto Google abbia già provato ad inserirsi nel mercato delle TV fallendo miseramente pur promettendo che la loro sarebbe stata l’esperienza del futuro nel salotto di casa. Google è così: non vi è testing e sviluppo interni è semplicemente un prova e riprova di prodotti finché riescono a sfondare. E tanto per non parlare di aria fritta vorrei fare l’esempio di Google+, preceduto da Orkut, Google Wave e forse qualche altro di cui non si ricorda nemmeno l’esistenza.

Anche con prodotti nuovi, come i Google Glass, non si sbilanciano sul successo o meno del prodotto: lo annunciano, aspettano feedback e tra qualche anno (spero meno) andrà in commercio. Se andrà in commercio.

image

Microsoft invece ha annunciato un concept, funzionante, di collegamento di Windows Phone alla macchina, chiamato ‘Windows in the car’ e non posso non far notare che  CarPlay di Apple è stato originariamente presentato come ‘iOS in the car’.  Le utilità e il funzionamento sono ovviamente scontati, praticamente identici a CarPlay, ma Microsoft sta tentando di recuperare la concorrenza in qualsiasi modo, e quindi è lecito andare a colmare alcune lacune. Vedasi per esempio WP 8.1

Quando però le idee sono sempre le stesse ti accorgi di vivere in un mondo in cui i set-top box sono tutti identici (piccoli e neri) e con le stesse caratteristiche, salvo rare eccezioni. I telefoni sono bene o male tutti uguali, senza andare a discutere chi abbia copiato cosa. I centri notifiche dei vari sistemi operativi sono identici l’uno con l’altro, e anche un sistema operativo molto diverso da Android e iOS ha la medesima implementazione di tale funzionalità. Il funzionamento del Multitasking tra WP e iOS è praticamente identico. I dispositivi indossabili che sembrava dovessero rivoluzionare la nostra vita quotidiana sono oltre che tutti uguali, tutti inutili. Caso a parte è Android wear. Ora che si inizia di parlare di pagamenti mobile tutti che stanno ‘abbandonando’ l’NFC in favore di cloni di Passbook, degli iBeacon e tutti si stanno armando con lettori di impronte digitali. Tutte idee che hanno sempre partono sempre da una fonte, che sia Apple o Google o Microsoft e che poi vengono fotocopiate, magari anche in malo modo dagli altri. Un po’ di originalità? Ma dove è finita? Siamo tornati ai tempi di Windows?