Google I/O 2014, nuova versione di Android (giudizi positivi)

Standard

Senza titolo-1

Siamo arrivati al Google I/O anche quest’anno, la conferenza rivolta agli sviluppatori dove Google presenta a 360 gradi le novità che ha in cantiere, e dopo a aver visto la conferenza in diretta (a cui è seguito un LIVE) ho avuto modo di guardare alcuni dei video che sono stati pubblicati su youtube delle decine e decine di conferenze “secondarie” e penso di poter dare un adesso un giudizio completo sul Google I/O 2014.

Inizio dicendo che la conferenza mi è piaciuta e infatti in questo articolo parlerò di quello che mi è piaciuto e mi ha IMPRESSIONATO POSITIVAMENTE.

Ma arriverà anche un’altro articolo (presumibilmente più corto) dove perlerò di quello che NON MI è PIACIUTO

Qui sotto trovate l’elenco completo di quello che è stato presentato durante la conferenza e fuori, durante gli eventi secondari:

Google I/O 2014 recap:

Ulteriori dettagli Mostra

 

Ora però quello che voglio fare non è soffermarmi su tutto ma solo su quello che mi ha colpito di più e spiegare il perchè.

  • Finalmente un ecosistema google 

Glass-Android-Wear

La principale forza di Apple è sempre stata ed è l’ecosistema che si crea attorno ai sui prodotti: protocolli per la trasmissione e lo streaming dei dati, programmi in esclusiva, funzioni in esclusiva eccetera.

Bq_T2L1CcAAcRU_Finalmente dopo questa presentazione anche Google crea il suo ecosistema con al centro il nostro smartphone. Questo ecosistema parte da Android per i dispositivi mobili e Chrome per i dispositivi fissi, passando attraverso Android Wear per i Google Glass e Smartwatch e attraverso Android Auto e Android TV per le auto e la televisone. Quello che sembra accomunare tutti questi dispositivi (salvo tv per ovvi motivi) sono le notifiche istantaneamente sincronizzate a partire dal nostro smartphone che rimane il cuore di tutto questo sistema.

"OLYMPUS DIGITAL CAMERA         "Sono particolarmente curioso di vedere come si svilupperà la triade Android L + Motorola 360 con Android Wear + Google Glass, che ora supportano anche loro le notifiche con wear. Soprattutto ora che Google ha comunicato che NON permetterà agli sviluppatori di personalizzare l’interfaccia delle loro APP su TV, orologi, auto e occhiali credo che le premesse per partire con un ecositema coeso ci siamo tutte, ora bisogna vedere se sarà supportato dagli sviluppatori.

  • Android L

android_l

 

 

 

image_newOvviamente, direte voi. Eppure non per i motivi che potreste pensare. Mi ha stupito la sua stessa presenza a questo evento più che quello che è stato presentato. Non era una presenza scontata, e non avrebbero dovuto annunciarlo, ma per rispondere all’ottima presentazione di Apple di IOS 8 hanno approntato una buona presentazioni di un OS completamente ridisegnato con davvero molta cura e sembrano finalmente convinti a spingere tutti gli sviluppatori ad adottare Quello stile per avere continuità anche nelle applicazioni di terze parti.

Delle nuove funzioni e features presentate (poche in realtà e infatti su questo punto tornerò nel prossimo articolo) il nuovo multitasking mi è piaciuto e se implementato bene può essere davvero utile.

Android LSpecialmente però mi è piaciuta la parte più “tecnica” dedicata ad ART un nuovo modo con cui il sistema “legge le applicazioni e le elabora” per farla semplicissima. Già KitKat era molto ben ottimizzato e permetteva di guadagnare 200mb netti di memoria ram utilizzata, e vedere che anche L, grazie ad ART, porterà un miglioramento delle prestazioni con un minor consumo di ram e di batteria mi rende molto molto felice.

(Alcune immagini del nuovo sistema operativo, come sempre *click* sopra per ingrandirle):

OLYMPUS DIGITAL CAMERA Android_L_images ridble-android-l material-design 20140625-android-material-design-001

  • Design Unico

Material-design-Android-L

Google-IO-14-Material-Design-664x374Non sono ancora sicuro che il nuovo design di android L mi piaccia, generalmente preferisco i colori scuri, ma quello che mi piace è che finalmente google sembra aver deciso di adottare quel nuovo design in Ogni suo servizio, indipendentemente che si trovi su smartphone, computer, orologio o glass. Insomma un po’ di continuità finalmente che potrebbe diventare un marchio di fabbrica.

Google-Prepares-New-Android-Wear-Platform-for-SmartwatchesSembrano inoltre, come ho già detto, intenzionati a spingere gli sviluppatori di applicazioni ad adottare il più possibile quello stesso stile grafico anche nelle loro apps. (Anzi, mentre scrivevo l’articolo è stata pubblicata la notizia che google NON permetterà di personalizzare la grafica delle applicazioni di sviluppatori terzi su Smartwatch, Android Auto, Glass e TV!), Sono state presentate apposta stringhe di codice che permettono di cambiare in pochi passaggi il design dell’applicazione per facilitare il lavoro ai developer.

  • Android Auto

IMG_1404h-980x571

Android autoNon so bene perchè. Non è una tecnologia, quella del navigatore satellitare, che uso spesso o a cui sono particolarmente affezionato. Ma forse Android Auto mi ha colpito perchè le poche volte che ho usato un navigatore satellitare e che l’ho visto usare ho sempre pensato quanto fossero arretrati come tecnologia e funzioni. E vedere la presentazione di un assistente come Auto mi ha colpito, come mi aveva colpito CarPlay (di Apple)! Perchè semplicemente sono un salto enorme android_auto_gridrispetto alla tecnologia che c’è ora in un’auto. Avere Google Maps ridisegnato, adattato e migliorato per l’occasione in auto, deve essere una bellezza da usare. Aggiungiamo che è sincronizzato con le notifiche del telefono, che avrà uno store dedicato di applicazioni e che è (ovviamente) comandato tramite comandi vocali (Google Now) abbiamo un bel pezzo di tecnologia e ripeto un bel passo avanti.

 

Questo era quello che più mi ha colpito della conferenza e degli eventi connessi, è un bel po’ di roba, ma non è tutto oro quel che luccica e nel prossimo articolo spiegherò perchè.