La rinascita di motorola

Standard

motosummer3-green_(4k)

Basta digitare “crisi Motorola” su google per comprendere quanto Motorola pochissimi anni fa non se la passasse per niente bene.

Contrariamente a quanto si pensi lo sfiorato scioglimento del gruppo non è stato dovuto al lancio di iPhone e alla discesa in campo di Android. Non solo. Quelli sono stati i colpi di grazia. La storia è andata a grandi linee così:

Ulteriori dettagli Mostra

Perchè questa cronologia di eventi? per far comprendere per bene le condizioni del gruppo e per far comprendere ancora meglio lo sforzo che stanno facendo per risollevarsi in questi due anni.

Dopo l’acquisizione di Google qualcosa è cambiato in meglio. Difficile dire se le prime mosse di questo miglioramento fossero già state decise ma poco cambia. Quello che importa è che la eco di motorola inizia a riecheggiare anche qui in italia con una seria di prodotti che segnano una ripresa lenta ma costante del brand.

  • Motorola Razr Maxx (HD)

droid-razr-maxx-hd-xlC’è poco da dire, è stato uno dei primi smartphone con una batteria da 3300 mAh, una cifra mai vista prima agli inizi del 2012 e che ancora oggi quasi nessuno smartphone monta. A metà dello stesso anno esce anche una versione con schermo HD e da 4,7”. Per un certo periodo riesce anche a vendere più di iPhone 4s presso i rivenditoi Verizon in america. Motorola inizia a distinguersi.

  • Motorola Moto X

motorola-moto-x21Passano un paio di anni ma motorola non sfonda. Diventa tuttavia famosa per un’interfaccia grafica molto pulita e leggerissima, molto simile ad Android stock e per un supporto di aggiornamenti software che in alcuni casi arrivano a oltre 18 mesi. Ma è con Moto X che inizia la risalita netta. Non è un telefono particolarmente potente e il prezzo non è proprio contenuto, ma si punta tutto su carattristiche uniche. é possibile personalizzare il telefono con la cover che si preferisce fin dal lancio e alcune funzioni software sono mai viste. I comandi vocali sempre attivi e l’active display quando si riceve una notifica sono funzioni che catturano l’interesse di tutti e che oggi altri produttori stanno pian piano introducendo anche nei loro smartphone

  •  Motorola Moto G e Moto E & Successori

Motorola_Moto_G_Moto_EMotorola sfonda nella fascia bassa e bassissima con questi due smartphone, il primo uscito alla fine del 2013 e il secondo solo da qualche mese. Hanno fatto il botto. Soprattutto il Moto G diventando lo smartphone motorola più venduto di sempre. 220 euro e 120 per gli smartphone migliori nelle loro fasce di prezzo, ancora oggi non è uscito niente di meglio.

Se ciò non bastasse in un evento che si terrà a breve motorola dovrebbe presentare i successori di questi due campioni di vendite. Di solito non mi esalterei per telefoni presentati così vicini tra loro, ma visto le premesse e la situazione di motorola capisco e condivido la loro scelta, ansioso di vedere come saranno le nuove versioni.

  • Motorola Moto 360

moto-360A fine estate verrà presentato ufficialmente, ma già da molti mesi se ne parla: il primo “vero” smartwatch Android wear, quadrante in metallo, cinturino in metallo o plastica, quadrante circolare e bellissimo da vedere, si vocifera una buona autonomia, sensore del battito cardiaco incorporato, un prezzo non esageratissimo e android wear. Insomma potrebbe essere finalmente il primo “apripista” per il mondo degli smartwatch che stenta ancora a decollare.

  • Motorola Moto X+1

Non si sa ancora molto su questo successore del moto x ma dovrebbe avere:

Ulteriori dettagli Mostra
….. Che per farla breve è esattamente un Samsung Galaxy S5 tranne per la fotocamera leggermente peggiore. Altra caratteristica ottima sembrerebbero essere i due speaker frontali come un htc m8. Decisamente non male anche perchè il prezzo non sarà sicuramente di 700 euro e dentro non ci sarà quella roba che fa finta di essere un’interfaccia che ci mette Samsung ma la solita interfaccia pulita di Motorola più tutte le chicche già presenti su X.

  • Motorola “Shamu” (Nexus 6?)

E concludiamo con la notizia che ha fatto più discutere i blog negli ultimi giorni. Sembra infatti che questo sarebbe il nuovo Nexus di quest’anno, sia perchè nessun altro produttore ha ancora emesso comunicati ufficiali per un eventuale nexus, sia perchè le caratteristiche trapelate qua e là, lo lasiano intendere: i Nexus sono sempre stati telefoni molto potenti, con schermi al passo con i tempi e parte multimediale foto, video, audio un po’ scarsina, per dar modo agli sviluppatori di avere fondamentalmente un telefono su cui “testare” le loro applicazioni, anche grazie ad Android stock. Le caratteristiche sarebbero queste

Ulteriori dettagli Mostra

Quello che salta subito all’occhio è l’inutile QHD che porta la risoluzione in linea con quella già presente si LG G3 e secondariamente il processore 805 che non è ancora stato montato su nessun telefono e dovrebbe essere ottimizzato per gestire quella risoluzione esagerata.

Quello che però ha fatto tirare un sospiro di sollievo a molti, me compreso, è stato il display che si vocifera essere da 5,2 pollici. una dimensione “accettabile” visto e considerato che ormai si è arrivati ai 5,5” e tra poco verrà presentato il nuovo Note…

Ma se questi rumors dovessero essere veri quello di quest’anno si prospetta davvero un bel Nexus.

Concludendo non ho molto da dire. Ripensate alla cronologia che ho scritto all’inizio dell’articolo e poi a questi nuovi smartphone presentati in questi anni e che stanno per arrivare.

Complimenti Motorola.