iPhone 6 l’occasione (Semi) sprecata

Standard

iphone6-lm-bb-201409

Lo sapete tutti, è stato annunciato il nuovo iPhone pochi giorni fa, nelle sue due varianti: iPhone 6 & iPhone 6 Plus (nome orribile).

Queste sono le mie considerazioni sui due nuovi modelli di Apple da sostenitore di Android.

Sarà per la quantità mostruosa di informazioni che da settimane erano trapelate circa i due nuovi telefoni, sarà perchè la presentazione di iOS 8 mesi fa era stata già un’eccellente presentazione o sarà perchè l’attenzione era concentrata su UN ALTRO dispositivo, fatto sta che le sensazioni rimaste a qualche giorno dalla presentazione sono due: la prima che Apple sta cambiando in meglio e la seconda che si poteva fare di più, suddivise equamente al 50%.

Partirei con questa immagine diventata ormai virale:

iphone-6-nexus-4

 

Divertente ma vera. Anche se molte funzioni elencate provengono in realtà da iOS 8, non dall’iPhone 6. Questo comunque è un bene come già scrivevo in Questo Articolo. Alla lista dell’immagine aggiungerei che Apple ha presentato un Phablet (telefono+tablet) ossia l’iPhone 6 Plus da 5,5′ di schermo… questa cosa un paio di anni fa avrebbe fatto ridere chiunque! Un phablet? Apple? Ma dai! La categoria meno acquistata di smartphone e Apple ne presenta uno? Impossibile! Beh, non più a quanto pare.

Apple infatti sta fortemente virando verso la strategia di soddisfare la maggior parte di utenti possibili piuttosto che imporre un trend, una moda, uno standard e sbatterlo in faccia agli utenti senza possibilità di acquistare altro. L’aumento di dimensioni dello schermo, il modello 6 Plus con un aumento ulteriore, l’utilizzo dello standard NFC fin’ora snobbato, la (presumibile) morte prematura della linea iPhone C non apprezzato dagli utenti quanto gli S, la presenza di uno stabilizzatore ottico dell’immagine sul 6 Plus e tutta la lista dell’immagine, sono tutte scelte chiaramente dettate dalle richieste dei clienti insoddisfatti in qualche senso.

Questo è male? No assolutamente! Assecondare le richieste dei clienti in modo intelligente è sempre la strategia migliore a mio parere… certo deve bruciare non poco ad Apple ammettere che sta poco per volta perdendo quell’alone di misticismo e di superiorità rispetto alle altre aziende, che la contraddistingueva anni fa. Apple non detta più le mode, Apple si adegua al meglio!

Se a questo aggiungiamo che i nuovi telefoni sono (a mio parere) più belli dei predecessori, sono più potenti, più sottili, hanno un coprocessore, chiamato M8, esclusivamente dedicato al riconoscimento del movimento, miglioramenti sensibili nel software della fotocamera e presumibilmente una durata della batteria migliorata non si può dire che siano dei brutti telefoni.

Ma quindi dove sta la delusione?

Veniamo subito al punto ancora una volta con un’immagine:

Senza titolo-4

Immagine che credo si commenti da sola. I MILLE erano una soglia ideale che non si sarebbe dovuta superare, ma non per una questione economica (l’ultimo modello di ogni iPhone è sempre costato più di 900€) più per una questione commerciale e di immagine.

Se è vero che Apple si sta scrollando di dosso la nomea di società che offre un singolo prodotto, con un OS limitato e chiuso, dall’altro lato sembra non voler abbandonare il cattivo nome di società “per ricchi” che ha sempre avuto, ma al contrario alza i prezzi!

Personalemnte non sono stupito, quasi me l’aspettavo, ma come giustamente nel Live Post conferenza ha ricordato Matteo, il prezzo è lo scoglio maggiore che frena l’acquisto dei prodotti Apple. Verissimo. Infatti quello che mi lascia perplesso è che da una parte Apple strizza decine di occhiolini agli utenti Android e soddisfa le richieste dei suoi utenti, dall’altra alza ancora di più i prezzi. Purtroppo mi vengono solo commenti da haters del tipo: sono proprio dei succhiasoldi.

Ricordiamo che:

Senza titolo-7

 

Ma non c’è solo la questione del prezzo, l’impermeabilità è una delle caratteristiche che personalmente mi sarei aspettato, per non parlare di un aumento dei megapixel della fotocamera, ancora fermi ad 8. Però anche per i pixel la questione è più di marketing che di qualità effettiva dell’immagine.

In generale è mancato quel qualcosa di inatteso nella presentazione di iPhone 6 che avrebbe fatto fare il botto al telefono in combinazione con iOS 8 e che mi avrebbe fatto dire: comprate pure un iPhone 6 se volete.

Qualche esempio di quello che avrebbe potuto fare è, come già detto, l’impermeabilità, oppure gli speaker frontali come HTC, un aumento di risoluzione fino al fullHD, utilizzare il vetro zaffiro, oppure perchè no, avere una cover removibile.

Il giudizio su questo nuovo iPhone quindi è neutro dal mio punto di vista. Buono ma speravo di più.