Con Windows 10 è guerra

Standard

horizontalwindows10test-edit

Microsoft ieri ha presentato non Windows 8.2, non Windows 9 bensì niente meno che Windows 10. Si, hanno saltato una versione. Perché? Semplicemente perché il nuovo Windows è pensato per essere la rivincita di Microsoft verso Apple e Google, una versione del sistema operativo più diffuso al mondo che d’ora in poi lo sarà ancora di più poiché unificherà tutte le piattaforme su cui è presente Microsoft, dai telefoni all’Xbox. Devo dire che vedendo ieri il live della diretta sono rimasto veramente colpito. Non solo Joe Belfiore, vicepresidente di Windows, ha capito che Windows 8 non va di pari passo con mouse e tastiera, ma sembra essere riuscito a creare veramente e per la prima volta un sistema che riesce a scalare su diversi dispositivi assumendo diverse interfacce a seconda della tipologia di input disponibile, sia essa Touch o classica.

A questa ‘feature’ gli hanno dato il nome di Continuum, vabbè. Proprio in merito a questo dite pure addio alle odiosissime app a tutto schermo e al menu Start inverosimilmente deturpato da Windows 8: l’interfaccia sarà unica e per i computer tradizionali è stato ripristinato il menu start, sebbene con l’eredità dei Live Tile. Non è poi mancata una sana nota di classica Microsoft che ha finalmente deciso di copiare Mission Control (o Exposé se siete dei tipi nostalgici) da OS X. Per chi non lo sappia questa funzione permette di mostrare chiaramente a schermo tutte le finestre aperte e di creare desktop separati senza alcuna fatica. Benvenuta nel 2003 Microsoft, ah no nel 2014. Altra caratteristica interessante è l’intercompatibilità delle applicazioni tra le varie piattaforme con degli ‘eseguibili universali’. Fatto negativo è che Microsoft stia riproponendo il vecchio per il nuovo: avevano tolto il menu start, ora è ritornato, avevano ideato Windows per app a tutto schermo e ora stanno tornando sui loro passi. Tutto questo se si vuole proprio essere pignoli non è molto diverso da Windows 7. A essere sinceri, a meno che non vi piacciano particolarmente le nuove linee guida del design di Windows, non vi sono motivi apparenti per effettuare l’upgrade. Anzi, se non siete degli estimatori di Windows 8 probabilmente Windows 10 migliorerà le cose, ma trasformerà elementi dell’interfaccia utente seguendo il nuovo stile, che può essere veramente seccante. Inoltre sembra che il supporto touch di Windows verrà riportato, sebbene con estreme migliorie, a quello di Windows 7, ovvero tasti e bottoni più grossi per facilitare la precisione. Il che non è necessariamente un male, a patto che funzionino (cosa che su Windows 7 eh, non proprio). Escluso ovviamente il menu start che per dispositivi touch rimane pressoché invariato se non per la costante presenza della barra classica di Windows.

windows10-v1-620x369

Senza troppi indugi vi posso però con tutta certezza assicurare che Microsoft sta finalmente seriamente dichiarando guerra ad Android e ad Apple con un OS onnipresente per cui credo che le app, se finalmente verrà data la possibilità agli sviluppatori di creare interfacce valide e funzionali, non mancheranno. Tutto ciò però è contrastato dalla testardaggine di Microsoft nel mantenere Windows un software a pagamento (credo sia senza ombra di dubbio la loro fonte primaria per i big money). Benchè non sia stato ancora annunciato nulla a riguardo, sembra ovvio che se l’intenzione sia quella di rilasciarlo gratuitamente, non avrebbero tenuto il segreto. Spero che riflettano abbastanza da cambiare idea. Anche perchè pensare di far pagare un aggiornamento per smartphone è da fuori di testa.

Altro fatto molto interessante è la foto di una televisione con l’interfaccia di Windows 10. Poco prima nell’articolo ho scritto che Windows 10 includerà anche la Xbox One, ma all’effettivo quella è una mia assunzione visto l’annuncio fatto. Mi sembrerebbe molto strano che Microsoft abbia intenzione di sostituire il software di Xbox con Windows, a meno che la nuova versione, che a questo punto si preannuncia essere il nuovo messia dal punto di vista tecnico, non sia in grado di eseguire giochi per Xbox. O magari Microsoft ha intenzione di lanciare una Windows TV, chi lo sa.

Viste comunque le premesse questa si preannuncia essere veramente la prima release di Windows interessante da sempre, o quantomeno da anni. Inoltre chiunque può scaricare la Technical Preview a questo link. Siate comunque cauti perché essendo software non finito (e conoscendo la stabilità generale di Windows) potreste trovarvi nelle grane molto facilmente. La versione definitiva uscirà nella seconda metà del 2015.

Si, 2015. Chi va piano va sano e senza marketshare.