Nintendo arriva su smartphone!

Standard

630x

Era solo questione di tempo, e alla fine anche i samurai di Kyoto si sono dovuti piegare all’evolversi del mondo dei videogiochi: Nintendo porterà i suoi marchi più famosi su smartphone, grazie all’accordo con DeNA games che svilupperà giochi mobile in esclusiva. Per la prima volta vedremo Mario, Link, Kirby, Donkey Kong e chissà forse anche i Pokémon sul nostro smartphone.

Conosco abbastanza bene nintendo da poter affermare che questa non è stata una scelta spontanea, quanto piuttosto una scelta obbligata dall’avanzata degli smartphone e dal numero di giocatori su mobile. Una scelta necessaria che serve per stare al passo coi tempi, per convincere gli investitori, ma soprattutto serve a far conoscere nintendo alle nuove generazioni!

imgresNintendo ha sempre avuto il dominio delle console portatili, sbaragliando ogni genere di concorrenza, poi però con l’arrivo degli smartphone, da azienda conservatrice e tradizionalista quale è, ha avuto una certa reticenza ad adattarsi, lasciando che il gameing mobile superasse in pochissimo tempo i numeri del suo Nintendo DS (ai tempi).

mediumIl motivo di questa reticenza verso il mondo degli smartphone? L’estrema qualità che Nintendo mette nei suoi giochi da 30 anni a questa parte, praticamente senza mai un passo falso e che è diventata il suo marchio di fabbrica: una sicurezza per chi compra un gioco delle sue saghe principali.

D’altra parte invece, come avevo già descritto in un vecchissimo articolo: il mondo del gameing mobile è un mercato con pochissimi giochi di ottima qualità, ma tonnellate di programmi masticati e sputati sullo store. Giochi che non dovrebbero nemmeno chiamarsi tali… ma dannatamente divertenti e che per qualche settimana diventano una droga. Un mercato con prezzi bassissimi, tenuto in piedi esclusivamente dalla pubblicità e da quel meccanismo cancerogeno degli “acquisti in app” (sapete no? acquista 10000 monete che impiegheresti giorni ad ottenere per soli 20 euro!), giochi che grazie ai social diventano un fenomeno mondiale per un mesetto e poi finiscono nel dimenticatoio.

Nintendo ha deciso di buttarsi in questo mercato… e personalmente da estimatore di Nintendo ho un po’ di paura.

dena gamesSoprattutto perchè la software house con cui ha deciso di stringere l’accordo di esclusiva non è tra le migliori che mi possano venire in mente. DeNA Game ha sviluppato Godus, ma poi oltre a questo pochi altri giochi di buona qualità. Da qualche anno DeNA ha comprato Mobage studio già più conosciuto che ha sviluppato Paper Toss, Pocket Planes, Pocket Frog, Tiny Towers, che comunque non sono assolutamente capolavori, e soprattutto la quasi totalità dei giochi sviluppati sono free-to-play con pesanti acquisti in app… il male. Avrebbe sicuramente potuto scegliere software house migliori (PopCap, GluMobile o Gamevil per esempio).

aKPEAej_700b

Mi rincuora solo pensare che ovviamente Nintendo non porterà su smartphone i suoi giochi “principali” ma saranno piuttosto degli spin-off, degli extra, l’utilizzo dei suoi personaggi iconici in giochi mobile che ormai sono tutti un po’ simili.

Mi fido di Nintendo, non mi fido degli sviluppatori mobile, spero solo che Nintendo abbia il pieno controllo su questa operazione perchè è al mercato mobile che serve la cura di Nintendo, non è a Nintendo che serve il caos dei videogames mobile….

… e l’ultima volta che nintendo non ha avuto il controllo sullo sviluppo di giochi con i suoi personaggi è andata molto, molto, MOLTO, male.