Il Colpo Grosso di Asus: Zenfone 2

Standard

zenfone-2-color-variations

Ricordate lo scorso anno, quando OnePlus One aveva fatto tanto parlare di sè presentandosi come il “killer” dei top di gamma? Ricordate la classifica dei Best Buy sotto i 200€ e Motorola Moto G che si era riuscito ad imporre come il migliore per moltissimo tempo? Questi sono due rarissimi esempi di smartphone che riescono a “rompere il mercato”, ad imporsi con un rapporto qualità prezzo elevatissimo e diventare un acquisto obbligato nella loro fascia di prezzo, spesso facendo impallidire anche telefoni che costano centinaia di euro in più.

Ecco, lo scorso anno è toccato a OnePlus e a Motorola, ma quest’anno sembra proprio essere il turno di ASUS.

La serie Zenfone 2 non è una scoperta dell’ultimo minuto. ASUS aveva presentato tutti i modelli al pubblico già un mese fa a Barcellona, al MWC. I telefoni si presentavano con un hardware buono, con un po’ di curiosità in più suscitata dal modello più potente: il primo smartphone presentato con addirittura 4GB di RAM. Tuttavia sia per la presenza ingombrante di Samsung Galaxy S6 in fiera, sia perchè ASUS non è un nome così conosciuto tra gli smartphone e soprattutto perchè a Barcellona non si era ancora parlato del prezzo, gli Zenfone 2 non erano stati particolarmente considerati. (io stesso avevo pensato che il modello da 4GB di Ram fosse il solito specchietto per allodole, fatto per vantarsi del primato e venduto a prezzi esorbitanti, vedi il primo LG G Flex o Note 4 Edge).

Mi sbagliavo.

I modelli presentati sono quattro (è un po’ un casino lo so, ma a quanto pare hanno voluto dare a tutti la possibilità di scegliere il proprio modello preferito).

ASUS Zenfone 2 Spec_01

Concentratevi sul quarto modello, quello più a destra, e vedrete un hardware di tutto rispetto, quasi ai livelli di uno smartphone al top, ad esclusione forse del display che non è QuadHD; anche se a mio parere questo è solo un pregio.

Il resto è tutto bellissimo, e incredibilmente non solo sulla carta ma anche nell’utilizzo effettivo.

zenfone-2-ze551ml-4gb-2-336x231Il telefono è abbastanza bello a mio parere, soprattutto presenta la cover in plastica removibile, cosa sempre più rara oggi, anche se la batteria non è removibile, peccato, ma personalmente con Nexus 4 ci sono già abituato. Sulla parte posteriore ci sono anche i due tasti di regolazione del volume (stile LG G3).

Ho già citato i 4 GB di RAM, che sono principalmente un vezzo, ma effettivamente dalle prime prove sembra che Android Lollipop permetta al telefono di lasciare aperte in backgraound tutte le app per ore esattamente nello stesso punto in cui le avevamo lasciate, e di riaprile senza nemmeno dover ricaricarle, rendendo il multitasking più rapido.

201501060334039873Il sistema operativo è Lollipop, e l’interfaccia proprietaria, la MotionUI è ottima a mio parere. Pochi cambiamenti da Lollipop stock, purtroppo ci sono parecchie app preinstallate ma alcune sono davvero utili, supporta le gesture rapide, supporta tutti gli icon pack presenti nel play store. Fortunatamente non sono presente i tasti a schermo (stile nexus) ma sono sul bordo inferiore. Il Launcher ha una marea di impostazioni e ricorda vagamente GoLauncher.

pixelmaster-product-apertureLa fotocamera è da 13Mpx posteriore e 5Mpx anteriore. Le foto non sono a livello di Note 4 o iPhone 6 ovviamente, ma comunque sono più che accettabili e soprattutto la fotocamera ha tantissime impostazioni e un’interfaccia pulita. (personalmente poi la fotocamera non è il dettaglio che considero maggiormente).

La memoria interna è da 32GB espandibile, lo schermo è un IPS con una app dedicata per variare saturazione contrasto e impostazioni dal display, il telefono supporta le reti LTE 4G e c’è il Fast charge, che permette di caricare il telefono molto più rapidamente. Insomma anche nei dettagli meno rilevanti ad una prima occhiata, il telefono si difende egregiamente!

E se tutto questo non bastasse è anche un telefono Dual Sim!

asus-zenfone-2-ze551mlSembra tutto bellissimo, e fino a qui lo è davvero, ma chi ha 10/10 di vista si sarà accorto di una cosa: il telefono è da 5,5 pollici, ergo piuttosto grande (i samsung serie S sono da 5”)…. Questo potrebbe scoraggiare qualcuno, anche se anche qui Asus ha pensato ad alcune soluzioni: prima cosa che mi piace particolarmente: il doppio tap sul display spento per attivare lo schermo e il doppio tap sulla home per spegnerlo, ed è presente anche una modalità ad una mano, che rimpicciolisce lo schermo, (che io ho sempre trovato in un certo senso stupida come cosa).

Non ho parlato nemmeno della batteria perchè, pur essendo una batteria da 3000mA, non eccelle e anzi alcuni recensori riportano un consumo parecchio rapido, ma che è principalmente dovuto a problemi software, in quanto il modello da 4GB non è ancora in vendita e non lo sarà per altre 3 settimane in Europa ed il software non è ancora definitivo (Asus ha già rilasciato un aggiornamento mentre stavo scrivendo l’articolo).

Quindi, per finire, tutto questa bella roba quanto costa?

350€

33122335_asus-regala-la-cover-deluxe-con-acquisto-dello-zenfone-ze551ml-0è un prezzo fuori scala al momento, ed è questo il principale motivo del successo che sta avendo questo smartphone; sarebbe un telefono di fascia medio alta, ma che costa, al lancio, davvero pochissimo per quello che offre. Tra l’altro prenotandolo entro fine aprile sul sito Asus verrà regalata la Flip Cover ufficiale da 40€!

Ma non solo il modello da 4GB è interessante, se avete guardato le altre tre versioni, avrete notato che anche loro hanno un hardware valido, e i loro prezzi ovviamente sono altrettanto interessanti, rispettivamente dalla meno potente: 200€ 250€ e 300€ che sono prezzi competitivi, specialmente per il modello da 250€ che offre un ottimo rapporto qualità prezzo per la sua fascia.

Personalmente sono davvero impressionato da questi Zenfone 2 e da ASUS che sembra finalmente volersi imporre sul mercato in maniera decisa. E la scimmia per questo terminale mi è già salita sulla spalla… e chissà forse il Nexus 4 ha qualcosa da temere.