Arriva il caro Youtube Red!

Standard

Senza titolo-2

Ieri è stato un giorno importante, non solo per Marty McFly arrivato dal passato, ma perchè per una strana coincidenza è stato lanciato Netflix in Italia e contemporaneamente Youtube annunciava il suo nuovo servizio in abbonamento: Youtube Red.

… (e se state pensando che il nome ricorda Redtube, altro ben noto sito di video, sappiate che non siete gli unici e che non siete nemmeno i primi ad aver fatto questa battuta).

Ma cos’è Youtube Red? è un abbonamento mensile che “potenzia” Youtube, garantendo fondamentalmente 3 features aggiuntive.

Senza titolo-11

  • Primo. Il download di video per la fruizione offline. Una funzione utile sia per consumare meno dati, sia per vedere video anche senza copertura. Certo bisogna avere in mente prima cosa si vorrà ascoltare successivamente ma è certamente una buona cosa.

Senza titolo-10

  • Secondo. Riproduzione del video in background. Uscendo dall’app di youtube si continuerà ad ascoltare l’audio del video in questione comandando la riproduzione dalla tendina delle notifiche. Molto MOLTO comodo e soprattutto funzione richiesta a gran voce da anni dagli utenti (che però per problemi di copyright non poteva essere implementata nella versione standard di youtube). Tuttavia non sembra essere possibile ascoltare il video quando lo schermo è spento, sicuramente un peccato.

Senza titolo-9

  • Terzo. E più importante. Nessun pubblicità prima dei video! Finalmente un modo (onesto) di eliminare la pubblicità prima dei video di youtube. Era ora. Anche se un dubbio mi sorge spontaneo, per quanto fastidiosa chi pubblica video su youtube campa grazie a quella irritante pubblicità, già c’è un numero di persone spropositato che usa ADBlock in modo inconsulto, ma ora che c’è il modo legale di eliminare la pubblicità dai video si sta riducendo ancora di più la fetta di persone che portano ricavi agli youtubers? Spero che contemporaneamente Google pensi ad un modo per remunerare in ogni caso i creatori di contenuti altrimenti saranno i soli a prenderla in quel posto, visto che i soldi non vanno a loro. Vedremo come si evolverà la situazione pubblicità, la soluzione più drastica è che google riesca ad impedire totalmente l’uso di ADBlock su youtube… soluzione che non mi sento di escludere nè di condannare.

Ma arriviamo al punto, tutto questo bel pacchetto di funzioni, sicuramente interessantissimo per chi usa tanto youtube, quanto costa? 9,90$ al mese… non esattamente una cifra trascurabile. 120$ all’anno sono tantini nonostante i benefici siano evidenti. Io avrei scommesso (e ci avrei fatto un pensierino) su 5$ mensili, che mi sembrano un prezzo più adeguato.

10$ (che diventeranno probabilmente 10€) è davvero troppo caro come servizio. Certo youtube ha un “catalogo” praticamente infinito di canzoni, musiche, colonne sonore, sigle ecc più grande di qualunque servizio in abbonamento, tuttavia bisogna considerare anche che non pagando, comunque tutti i contenuti di youtube rimarranno normalmente accessibili (anche se si dice arriveranno serie in esclusiva con youtubers famosi); è solo un di più per chi usa molto il sito, e come tale andava fatto pagare.

Considerando che per il neo arrivato Netflix l’abbonamento base è di 8€ la cosa è ancora più evidente.