I nexus saranno gli iPhone di Google? Pro & Contro

Standard

iphone_6s_vs_nexus_6p_thumb800

Negli ultimi giorni sta facendo il giro del web la notizia secondo la quale dal 2017 google non affiderà più la realizzazione dei terminali Nexus a terze parti (Samsung, LG, huawei, HTC) ma controllerà lei stessa anche la fase di progettazione e costruzione, trasformando in effetti i terminali Nexus nei suoi “iPhone”.

Ci sono parecchi pensieri che mi sono venuti in mente leggendo di questa possibilità, alcuni positivi e altri negativi, direi di iniziare dai negativi

Contro:

  • Prezzo

Senza titolo-9

Gli ultimi modelli di Nexus hanno già intrapreso questa strada, il prezzo è aumentato di parecchio dai tempi di nexus 4 e 5, e possibilmente con il controllo di google della produzione hardware potrebbe aumentare ancora, andando magari ad allinearsi ai prezzi mostruosi di iPhone e Samsung Galaxy S6 edge. Fin’ora questa strategia non sembra aver pagato molto, nè in casa Samsung nè tanto meno per i Nexus, il cui prezzo è già sceso moltissimo dal momento del lancio.

  • Carenza di features

Con “features” intendo qualunque caratteristica del telefono o del sistema operativo che lo differenzia da altri modelli e che possono accendere l’interesse del consumatore. A tal proposito, ricordiamoci che i nexus hanno una versione “pura” di android, cioè senza nessuna aggiunta utile da parte del produttore nè app nè personalizzazioni. Tutto è lasciato all’utente, tutto è nelle mani di chi usa il dispositivo. Cosa che io ho sempre trovato fantastica, ma se il prezzo dei nexus è destinato a salire, qualcuno potrebbe anche desiderare un terminale un poco più user-friendly.

  • Google stessa

o-GOOGLE-GLASS-facebook

Ultimamente Google, mi spiace moltissimo dirlo, non sta dando una buona impressione di sè per quanto riguarda i suoi nuovi progetti. Google Glass non è stato abbandonato, ma certamente accantonato fino a data da destinarsi. Project Ara (lo smartphone componibile) è in un apparente limbo dal quale non arriva più nessuna notizia da mesi. Insomma l’affidabilità nella produzione e nelle consegne di LG o di Huawei (che hanno prodotto gli ultimi due nexus) difficilmente mi sembra raggiungibile dalla stessa Google, visti i segnali degli ultimi mesi.

PRO:

  • Nuova design ai Nexus

Senza titolo-1

Se davvero Google avrà la possibilità di gestire la gamma Nexus, il primo aspetto che potrebbe migliorare è il design dei telefoni, non che quelli attuali siano brutti, ma sono appunto diversissimi tra loro, e tutti ormai hanno capito che per farsi conoscere dai consumatori serve per lo meno un design comune negli anni. Controllando la produzione Google potrebbe fare questo, magari ispirandosi a quello dei due nexus LG già simili tra loro.

  • Aggiornamenti

grd

Se google vuole rincorrere Apple è giusto che tenti di farlo con i Nexus. Samsung stessa ha dimostrato più volte come un buon telefono lasciato a morire senza aggiornamenti, soffre dopo un paio di anni di rallentamenti, bug, incompatibilità con le app ecc. portando al cambio del telefono (cosa che fa sicuramente piacere a samsung). Apple si è sempre distinta per il supporto a lungo termine degli iPhone e gli unici telefoni che possono rivaleggiare sono i nexus, e chissà potrebbero anche estendere il supporto agli aggiornamenti anche oltre gli attuali 2 anni…

  • Carenza di features

Era tra i Contro, ma non si può non inserirla anche tra i Pro. Ripeto, sui Nexus Android è in versione “base” senza nessuna aggiunta da parte del produttore, e se qualcuno potrebbe trovare ciò (comprensibilmente) limitante, qualcun’altro potrebbe trovarlo piacevole e più comodo da usare, e soprattutto apprezzare la mancanza di tutte quelle applicazioni del produttore che vengono dimenticate 10 secondi dopo aver comprato il telefono. In ogni caso, sia che si voglia intendere come un contro o come un pro, certamente questo porta ad avere un telefono molto più veloce, reattivo e fluido di molti altri sul mercato, questo è inopinabile.

  • Clienti fidelizzati

Android-VS-Apple

Se Google riuscisse a proporre dei telefoni potenti, curati esteticamente e con un supporto agli aggiornamenti i clienti potrebbe anche trovarli. Specialmente perchè gli utenti Nexus sono piuttosto fidelizzati al brand e informati in materia. Certo il compito è difficile, ma se si riesce a soddisfare quella fetta di clientela si può anche sperare di far breccia nel cuore dei consumatori un po’ meno informati.


 

Insomma la notizia ha sia dei lati positivi che lati negativi ma se google vuole proporre dei terminali per “combattere” gli iPhone i nexus potrebbero essere la scelta giusta. Sarà triste non vedere più telefoni come il Nexus 4 a 350€.