Una recensione Fast… And Furious 7

Standard

ff7_hz_rgb_1023_2

Furious 7, di James Wan, 2015

Mi chiedo se la gente creda ancora che l’eroe agonizzante a terra dopo uno scontro all’ultimo sangue, con gli amici che cercano di risvegliarlo disperatamente, mentre il film entra nei suoi ultimi 15 minuti, possa veramente morire.

Se così fosse non sarebbero affatto sorprendenti la gloria e gli onori attribuiti a James Wan. E invece sorprendono eccome.

Non che Fast and Furious 7 sia un brutto film, intendiamoci: se si sa cosa si sta andando a vedere ci si può divertire da matti per due ore.

Se si è persone noiose come me solo per la prima ora.

Generalmente non si possono attribuire eccessive colpe a questa pellicola, non ci sono errori grossolani, momenti non riusciti o di stanca. Quello che delude è però che, a fronte di un’equilibrio formale e stilistico molto forte, non ci sono quei guizzi di genio, di improvvisazione, che il genere permette.

Continua a leggere