Minions – la recensione banana

Standard

Minions, di Pierre Coffin e Kyle Balda, 2015.

Nati come spalla comica i Minions si sono guadagnati un lungometraggio proprio a colpi di slapstick e carinerie. Simili per sorte, carattere e peso specifico a Scrat de L’Era Glaciale questi fagiolini gialli, simili a bambini con l’itterizia -come si dirà nella battuta più cattiva del film-, attingono  dalla tradizione dei Looney Tunes e di Tom e Jerry. Le loro azioni sono caratterizzate dal ricercare un obiettivo ben definito ma mai totalizzante e nell’autosabotare involontariamente la propria missione frustrando così in partenza ogni aspettativa di successo. Questa struttura narrativa praticamente eterna (esiste da sempre e credo non tramonterà mai), trova il massimo dell’efficacia nella forma del cortometraggio o nello spot lungo e narrativo (me li vedrei bene in un Carosello). minions-poster-600x907

Continua a leggere